Quantificazione delle chances di sopravvivenza e obbligo di motivazione.

di Giulio Biancardi -
Un uomo si recava al pronto soccorso in preda a forti dolori addominali. Era ricoverato con una diagnosi di colica addominale, a causa di una rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale, già presente al momento del ricovero. Nonostante l'intervento chirurgico d'urgenza, il paziente moriva, in conseguenza di ripetuti arresti cardiaci. Il procedimento penale a carico dei medici si chiudeva con l’archiviazione, sulla base di una perizia da cui emergeva l'assenza di manchevolezze nel loro operato. Il Tribunale rigettava la domanda risarcitoria proposta in sede civile dalla moglie del defunto contro l'Azienda sanitaria, ritenendo indimostrata la negligenza o imperizia dei medici e, a mo...