Non può sussistere un concorso tra colpa medica e concausa naturale: la struttura sanitaria risponde per l’intero

di Marco Chironi -
Marito e moglie adivano il Tribunale di Termini Imerese per ottenere la condanna della struttura sanitaria, ove la donna aveva partorito, al risarcimento dei danni patiti. A supporto della domanda esponevano che, a seguito del parto con taglio cesareo, l’attrice subiva una emorragia addominale, che imponeva l’esecuzione di un secondo intervento chirurgico con il quale erano asportati l’utero e l’annesso di sinistra. Dopo aver richiamato i consolidati principi giurisprudenziali in merito alla qualifica contrattuale della responsabilità sanitaria e al riparto dell’onere probatorio, il Tribunale ha accolto parzialmente le domande degli attori. La CTU espletata in corso di giudizio, ...