La liquidazione del danno iatrogeno nell’ipotesi di intempestivo intervento chirurgico

di Marco Chironi -
Una donna agiva in giudizio esponendo di aver subito un intervento chirurgico di rimozione di ernia discale, a seguito del quale si era reso necessario eseguire un ulteriore intervento per rimuovere la formazione cistica, costituita da liquido siero ematico, asseritamente collegata al primo intervento. Invocava, quindi, la responsabilità della struttura sanitaria e del medico chirurgo, chiedendone la condanna in solido al risarcimento dei danni, per tutte le conseguenze lesive occorse a seguito dei trattamenti sanitari, tra cui l’accertata invalidità civile e i disturbi di salute mentale, nonché la lesione del diritto di autodeterminazione. Il Tribunale di Nuoro ha preliminarmente c...