La complicanza medica: motivo di responsabilità o causa di non imputabilità?

di Paola Merli -
In seguito ad un intervento di tiroidectomia totale eseguito presso la struttura sanitaria convenuta, l’attrice riportava esiti di disfonia, diplofonia e disfagia. Adito per il risarcimento del danno, il Tribunale di Novara è chiamato a valutare se l’insorgenza di tali complicanze sia imputabile, o meno, al personale medico incaricato presso l’ente. Come osserva il Giudice piemontese, la qualificazione del peggioramento clinico alla stregua di motivo di responsabilità oppure causa di non imputabilità va condotta in concreto, non essendo in sé dirimente l’eventualità che, in base alla tassonomia astratta, esso rientri nel novero delle complicanze rilevate dalla statistica sanitaria. ...