Incapacità “di fatto” e consenso nella relazione di cura dopo la l. n. 219/2017

di Vincenzo Durante -

La l. n. 219/2017 non contiene una regola specifica per le situazioni in cui un paziente che abbia la capacità legale di agire si trovi in una condizione di incapacità c.d. di fatto. D’altro canto, nella pratica clinica non sono infrequenti le situazioni in cui i pazienti, pur formalmente capaci di agire, abbiano una capacità di discernimento limitata, o non la abbiano affatto, e non siano di conseguenza in grado di giocare pienamente il proprio ruolo all’interno della relazione di cura e di fiducia con il personale medico. Su tali premesse, l’autore si propone di valorizzare gli elementi normativi che consentono di considerare anche nella prospettiva giurid...