Il medico chirurgo non è responsabile dell’insuccesso dell’intervento dovuto a complicanze prevedibili ma non prevenibili

di Francesca Cerea -
Con sentenza del 9 febbraio 2021, il Tribunale di Milano viene ad occuparsi di un caso di insuccesso di un’operazione cardiaca e della relativa responsabilità della Struttura sanitaria e del medico chirurgo ivi operante. Una paziente, a seguito di alcuni accertamenti cardiologici da cui emergeva la necessità di sostituzione della valvola aortica, veniva sottoposta ad una procedura diagnostica preliminare per valutare la fattibilità dell’intervento. Durante l’esame, il catetere impiegato dall’operatore sanitario provocava la perforazione del ventricolo sinistro, con conseguente necessità di un trattamento di urgenza, seguito da un ricovero in terapia intensiva e da un periodo d...