Il danneggiato che accetta l’importo offerto dalla compagnia assicurativa del medico può comunque agire per il risarcimento del danno.

di Francesca Zanovello -
La vicenda all’attenzione del Tribunale di Velletri riguarda l’accertamento della responsabilità di un odontoiatra per i danni, patrimoniali e non patrimoniali, subiti in conseguenza dell'imperita esecuzione ad opera del professionista di un intervento di implantologia dentale. Nella pronuncia oggetto di nota (Trib. Velletri, sez. II, 21.04.2022, n. 819) il giudice di primo grado ha prioritariamente respinto l’exceptio rei transactae sollevata dai convenuti (l’odontoiatra e la sua compagnia assicurativa). Secondo la tesi difensiva l’attore-danneggiato avrebbe accettato l’importo offerto dalla compagnia a titolo di integrale risarcimento del danno; sarebbe così intervenuta t...