Errato posizionamento di impianto protesico, responsabilità del nosocomio e del chirurgo ivi operante

di Francesca Cerea -
Una donna di sottoponeva ad un intervento chirurgico di protesi al ginocchio sinistro, a seguito del quale sopravveniva una intensa e persistente sintomatologia dolorosa e disfunzionale. In sede di controllo da parte del medico operante quest’ultimo minimizzava la portata dei sintomi, riconducendoli ad un normale decorso post-operatorio. Tuttavia, stante il perdurare dei disturbi, la paziente si rivolgeva ad altra Struttura sanitaria ove veniva diagnosticato l’errato posizionamento della protesi e si procedeva ad un nuovo intervento chirurgico per la rimozione della stessa e il posizionamento di un nuovo impianto. La donna agiva, pertanto, in giudizio nei confronti del nosocomio e del med...