Errata diagnosi ed oneri probatori gravanti sul paziente che lamenta la lesione del consenso informato

di Maria Grazia Peluso -
Un uomo già affetto da cocleopatia si sottoponeva ad alcuni esami all’esito dei quali gli veniva diagnosticata una otosclerosi e consigliato di sottoporsi ad un intervento chirurgico. Durante l’intervento, tuttavia, emergeva un diverso quadro diagnostico a cui seguiva la scelta dell’equipe chirurgica di sottoporre il paziente a un diverso intervento. L’uomo, lamentando un peggioramento delle proprie condizioni di salute, citava in giudizio la struttura ospedaliera per il risarcimento dei danni subiti a causa dell’errata diagnosi, oltre che per la lesione del consenso informato. Il Tribunale di Catanzaro, dopo aver preliminarmente precisato la natura della responsabilità gravante sul...