Spunti sulla liquidazione del danno: dall’incidenza della concausa naturale alla compensatio lucri cum damno

di Paola Merli -
A seguito di un infortunio in itinere, l’attrice riportava una frattura complessa dell’epifisi omerale sinistro. Si sottoponeva quindi ad un intervento di chirurgia ortopedica presso la struttura sanitaria convenuta in esito al quale, però, accusava una ridotta mobilità articolare. Adito per il risarcimento dei danni conseguenti, il Tribunale di Teramo accoglie solo parzialmente le domande attoree. Accerta infatti la responsabilità dell’ente, rilevata l’inesattezza della scelta chirurgica intrapresa per il miglior recupero funzionale della paziente, oltreché la sua efficienza eziologica rispetto all’esito invalidante. Sul piano della causalità giuridica, però, il danno ...