Nessuna responsabilità della struttura sanitaria se vi è dissenso al trattamento sanitario per motivi religiosi

di Marco Chironi -
Con sentenza n. 1967 dell’1 luglio 2020, il Tribunale di Bari ha affrontato il tema della responsabilità medica della struttura sanitaria a seguito del decesso di una donna che, in occasione di un intervento chirurgico di osteosintesi, aveva rifiutato le terapie trasfusionali per motivi religiosi. Nel caso di specie, i parenti della donna deceduta agivano in giudizio, iure hereditatis e iure proprio, per ottenere il risarcimento dei danni subiti dalla donna e dagli attori stessi, chiedendo che fosse accertata la responsabilità della struttura sanitaria convenuta per aver agito con negligenza, imperizia e imprudenza per tutto il periodo di ricovero e, in ...