Nell’acquario. Contributo della medicina narrativa al discorso giuridico sulla relazione di cura

di Massimo Foglia -

La prospettiva della medicina narrativa è utile al discorso giuridico sul consenso informato perché interviene nella mediazione tra fatto e diritto, aprendolo alla considerazione dell’esperienza, al riconoscimento dei fatti e delle vicende di vita che sono alla base della costruzione della propria identità, anche nell’ottica delle scelte terapeutiche. La metafora dell’acquario chiarisce come la malattia grave provochi un profondo sconvolgimento della persona e del suo universo, sicché la ri-costruzione della soggettività del malato, e così la sua capacità di esprimere un consenso autentico, è subordinata alla capacità del sanitario di far ingresso nel mondo ...