L’utilizzo a scopo di propaganda elettorale di dati personali raccolti in ambito sanitario costituisce trattamento di dati illecito

di Stefano Corso -
Con provvedimento del 14 febbraio 2019 il Garante per la protezione dei dati personali ha irrogato a un medico una sanzione amministrativa pecuniaria pari a sedicimila euro, per aver utilizzato gli indirizzi di circa 3.500 ex pazienti al fine di inviare lettere a sostegno di un candidato alle elezioni politiche regionali del 4 marzo 2018 senza alcun consenso specifico degli interessati. L’ordinanza ingiunzione è stata emessa una volta accertata la responsabilità del professionista in ordine alle violazioni previste dagli artt. 161 (“Omessa o inidonea informativa all'interessato”), e 162, comma 2-bis (“Altre fattispecie”, nel dettaglio, trattamento illecito di dati), del Codice in mater...