L’attività medico-chirurgica in strutture pluripersonali complesse

di Luigi Cornacchia -
Nella giurisprudenza in tema di responsabilità medica spesso la struttura necessariamente plurisoggettiva della cooperazione multidisciplinare che connota l’attività sanitaria in équipe viene assunta come fondamento della cooperazione colposa: cosicché, in caso di esito infausto di un trattamento, la mera appartenenza all’équipe è sufficiente a giustificare l’addebito a carico del sanitario, in evidente contrasto con il principio di responsabilità per fatto proprio di cui all’art. 27 Cost. Per interpretare la responsabilità sanitaria d’équipe in maniera costituzionalmente corretta occorre individuare le ripartizioni di competenza nel contesto di forme di organizzazione multidisciplin...