La responsabilità del direttore sanitario quando l’organizzazione è carente

di Redazione -
Il paziente muore, ma la responsabilità non va solo a medico e anestesista, è anche del direttore sanitario della casa di cura privata “garante ultimo” dell’assistenza ai pazienti e del coordinamento del personale. La Cassazione (sentenza 32477/2019 della quarta sezione penale) ha condannato – ma il reato è penalmente prescritto per decorrenza dei tempi e prosegue solo in sede civile - in base a questo principio per colpe di “organizzazione” il responsabile sanitario di una clinica privata, reo di non aver adottato le cautele necessarie a prevenire il decesso come ad esempio protocolli per l’accettazione dei pazienti, informativa sulle situazioni di rischio e gestione delle emergenze. ...