La responsabilità per danno da farmaco a trent’anni dall’attuazione della direttiva sulla responsabilità del produttore

di Valentina Di Gregorio -

Lo studio prende in esame l’applicazione della normativa sulla responsabilità del produttore nel danno da farmaco. A distanza di trent’anni dall’attuazione della direttiva n. 374/85 CEE, con la quale è stato introdotto un regime di responsabilità senza colpa, si può registrare una tendenza moderata della giurisprudenza italiana a ricorrere alle norme consumeristiche per l’imputazione della responsabilità alle aziende farmaceutiche per difetto dei prodotti nell’ambito dei dispositivi medici, dei vaccini, dei farmaci diversi dagli emoderivati – cui è applicato soprattutto l’art. 2050 c.c. – e dalle trasfusioni. Uno sguardo al sistema inglese, in cui l’introduzione di un modell...