Per la morte del paziente, l’inadempimento dei sanitari non è fonte di danno. La domanda risarcitoria viene rigettata, ma le spese legali compensate.

di Andrea Castiglioni -
Un paziente in età avanzata veniva ricoverato presso la struttura sanitaria accusando dolori addominali, febbre ed altri sintomi. Gli esami a cui veniva sottoposto rivelavano un quadro di salute critico (presenza di neoformazioni epatiche, carcinoma, linfoma B con interessamento midollare, test positivo all’HIV). Durante il ricovero, il paziente, mentre non era sorvegliato dal personale, non essendo in grado di deambulare in autonomia, rovinava per terra urtando la testa. La situazione si presentava grave e...