La legge sulle decisioni di cura e la figura del medico: una lettura critica

di Donato Carusi -

L’autore critica il testo della legge n. 219/2017 sotto vari aspetti, e principalmente per non prevedere che le Disposizioni anticipate di cura vengano dichiarate con l’assistenza di un medico. Con ciò la legge non solo non coltiva la pubblica fiducia nella medicina, ma manca l’obiettivo di garantire efficacemente il rispetto delle volontà del dichiarante.
The author criticizes the Italian Act about Advance Health Care Decisions (AHCD) for many reasons, and mostly for not disposing AHCDs to be formulated with the assistance of a doctor. By doing so, the Act does not endorse public trust in medicine, neither succeeds in assuring full respect of the patient’s self-determination.