La difettosa tenuta o l’incompletezza della cartella clinica influiscono sulla prova del danno

di Redazione -
La difettosa tenuta o l' incompletezza della cartella clinica costituiscono circostanze di fatto che il giudice può utilizzare per ritenere sussistente il nesso di causa tra la condotta dei sanitari della struttura ospedaliera e i danni lamentati dal paziente. Nella specie il giudice ha ritenuto che i danni subiti dall'attrice fossero conseguenza dell'operato negligente del personale sanitario della struttura ospedaliera - consistente nell'errato posizionamento della paziente sul letto operatorio – sia perché l'espletata CTU medico-legale aveva individuato tale possibile nesso di causa sia perché la cartella clinica sul punto era assolutamente incompleta, non emergendo dalla stessa che...