La chiamata in garanzia del medico da parte della ASL non determina estensione domanda giudiziale

di Redazione -
Le Sezioni Unite (Sez. U, Sentenza n. 24707 del 04/12/2015) hanno rilevato che, nell’ambito delle controversie aventi ad oggetto la responsabilità civile ed il risarcimento del danno, la distinzione tra garanzia propria ed impropria assume carattere meramente descrittivo ed è inidonea a qualificare diversamente la posizione processuale del terzo chiamato, tanto nella ipotesi in cui la chiamata in causa del terzo sia svolta esclusivamente al fine di rendere “opponibile” a quest’ultimo l’accertamento del rapporto principale -tra attore danneggiato e convenuto responsabile- che costituisce il fatto condizionante della esigibilità della prestazione di garanzia che il convenuto -se soccombente...