Fine vita e aiuto al suicidio. La Consulta rinvia il giudizio sull’art. 580 c.p. e sollecita l’intervento del legislatore.

di Alessandra Pisu -
Con l’ordinanza n. 207/2018, depositata il 16 novembre scorso, la Consulta ha rinviato l’esame di costituzionalità dell’art. 580 c.p. La norma sanziona - con la medesima pena della reclusione da 5 a 12 anni - le distinte condotte di aiuto e istigazione al suicidio: la prima si identifica in un contributo materiale nell’attuazione dell’altrui proposito suicidario; la seconda consiste in un concorso morale nella formazione della volontà del suicida, fattispecie quest’ultima evidentemente connotata da un maggior disvalore. A sollevare la questione, la Corte d’assise di Milano la quale – ritenendo che solo le azioni che pregiudichino la libertà di decisione dell’interessato possano costitu...