Errore o ritardo nella diagnosi: quanto devono essere concrete le chances perdute?

di Daniela M. Frenda -

È posizione condivisa, in giurisprudenza, quella secondo cui la chance debba essere “concreta ed effettiva”. Cosa ciò realmente significhi, e come tale concretezza si debba valutare, non è però chiaro: il dubbio è che – le riflessioni sono condotte con particolare riguardo alla casistica in tema di responsabilità medica – dietro la richiesta di una concretezza minima che la chance dovrebbe avere affinché la sua perdita sia risarcibile, si nascondano, in realtà, esigenze di altro genere, e di carattere meno “oggettivo”. 

It’s a view endorsed by the majority of judgements that a chance must be ...