Danni derivanti dall’assunzione di un farmaco e responsabilità per l’esercizio di attività pericolose

di Stefano Corso -
Con sentenza 7 marzo 2019, n. 6587, la Cassazione si è espressa in merito all’applicazione della fattispecie di cui all’art. 2050 c.c. in relazione a un caso di danni derivanti dall’assunzione di un medicinale. Per la cura di una ferita lacero-contusa alla mano, un paziente assumeva il farmaco che gli aveva prescritto il medico, tuttavia in seguito sviluppava una gravissima sindrome, nota come sindrome di Lyell, con intossicazione e conseguenze molto pesanti, anche permanenti, sulla salute. Egli agiva quindi in giudizio nei confronti della società che distribuiva tale farmaco, domandandone la condanna al risarcimento di tutti i danni, patrimoniali e non, subiti e subendi. La CTU dis...