Considerazioni a margine della sentenza sul caso Cappato

di Angelo Venchiarutti -
Qualche giorno fa è stata depositata la sentenza della Corte Costituzionale sul caso Cappato-Dj Fabo (Corte cost. 242/2019). Si tratta di una pronuncia alquanto complessa (relatore il giudice Modugno), che è già stata definita storica: la Corte, in effetti, non soltanto ha dichiarato costituzionalmente illegittimo l’art. 580 c.p. nella parte in cui non esclude la non punibilità di chi agevola l’esecuzione del proposito di suicidio in presenza di determinate condizioni, ma soprattutto ha tracciato un percorso procedurale affinché in futuro episodi di aiuto al suicidio non vengono considerati punibili. Quanto al primo aspetto, il cui contenuto nella sostanza era già stato anticipato nell...