In caso di errore medico riconosciuto ai congiunti il danno per la sofferenza causata dalla necessità di cambiare le proprie abitudini

di Redazione -
In caso di errore medico invalidante i congiunti hanno diritto al risarcimento del danno per la sofferenza causata dalla necessità di cambiare le proprie abitudini. La tardiva diagnosi avrebbe comportato un progressivo peggioramento delle condizioni di salute della paziente, con necessità di numerosi ricoveri ospedalieri, nel corso dei quali era stato effettuato un intervento invasivo (a cuore aperto) di sostituzione della valvola mitralica ed era stata eseguita una tracheotomia.
Per questo la donna aveva avuto bisog...